Homepage
  Chi siamo
  Il sogno
  Gli obiettivi
  Il miele
  I nostri servizi
  Associarsi
  I Corsi
  Novità
  La rivista
  La Cooperativa
  Il Consorzio
  I Progetti
  Dicono di noi
  Appuntamenti
  Fotografie
  Dove siamo
  Contattaci
  Link
  Miele.so.it
  Storia
  Pubblicazioni
  Libri
  Bacheca
 
 
 Novità  
In questa sezione potete trovare le novità e comunicazioni degli ultimi due mesi che riguardano la vita dell'Associazione:


26/08 Attenzione!!

Le perdite di peso degli alveari monitorati dalla nostra Associazione sono in questo momento piuttosto rilevanti arrivando fino a cali di Kg 2,00 in 6 giorni!!!! E' importante quindi che gli apicoltori verifichino bene le scorte disponibili dei propri alveari e provvedano a delle nutrizioni in funzione di quanto rilevato. La situazione comunque non è omogenea: nella zona dell'Alto Lago di Como e, presupponiamo, all'inizio della Valtellina e Valchiavenna c'è ora un interessante raccolta sulla melata.
Con settembre è bene che le regine siano stimolate alla deposizione con una nutrizione a base di sciroppo. In questo mese è interessante effettuare i trattamenti con "Api Herb", con "Vita Feed Gold" o altri analoghi prodotti atti a contenere lo sviluppo del Nosema ceranae, la subdola patologia che indebolisce e porta alla morte le famiglie.
23/08 Il miele 2016 ? Prime valutazioni della dott.ssa Carla Gianoncelli

La dott.ssa Carla Gianoncelli è uno dei massimi esperti italiani nell'analisi melissopalinologiche e più in generale nel campo dei mieli. Dirigendo il laboratorio della Fondazione Fojanini ha un occhio privilegiato ed autorevole per dare una prima valutazione della produzione 2016.
"Quest'anno, per i mieli della Valtellina - esordisce Carla Gianoncelli - c'è una presenza di pollini d'acero in quasi tutte le partite esaminate. E' un fenomeno particolarmente significativo nei mieli primaverili, soprattutto in quelli considerati "di acacia". Il miele di acero è così delicato da potersi considerare quasi "neutro" e anche il colore è sufficientemente chiaro e "neutro" da non alterare neppure quello di acacia.
Una presenza discreta, quindi??
Si, discreta - prosegue la dott.ssa Gianoncelli - però può modificare i tempi di cristallizzazione e, per certi aspetti, è un miele di cui si conosce ancora troppo poco.
Effettivamente le belle giornate hanno coinciso con la fioritura dell'acero e poi, durante quella della robinia, c'è stato freddo e pioggia. Le giornate che le api hanno potuto utilizzare sono state veramente poche ed il raccolto sull'acacia è stato quindi deludente.
Si, è vero, ci sono arrivati pochi campioni di acacia e, più in generale primaverili. Quelli valtellinesi si distinguevano essenzialmente per un flora di accompagnamento basata sul ciliegio e sul tarassaco, attualmente si nota una più marcata presenza di alcune essenze di giardino come la Gleditsia tricanthos e il Liriodendro tulipifera. Sembra che anche lo spettro pollinico dei mieli voglia dirci che il fondovalle della Valtellina si sta uniformando al paesaggio della Brianza!!
E... il millefiori estivo?
Il millefiori estivo si è caratterizzato essenzialmente per la gradita sorpresa del "ritorno" del castagno, una fioritura che da tempo mancava per colpa del "Cinipide", insetto parassita che incomincia ora, finalmente, ad essere contrastato dal suo antagonista. E' stato relativamente scarso il contributo del Tiglio, mentre, nelle stazioni di media montagna si è notata una presenza consistente ed interessante di lampone e di erica carnea.
E circa il Miele di Rododendro??
Beh, come ben sai le produzioni di Miele di Rododendro sono state quest'anno molto scarse. Per ora ho potuto analizzare pochi campioni ma in alcuni la presenza di lampone era così marcata che potevano essere etichettati appunto con la doppia dicitura. Nei mieli di alta montagna è spesso presente in modo consistente anche la componente del Trifoglio. Questo miele ha un ruolo simile a quello dell'acero: c'è ma è essenzialmente così neutro che è poco o nulla avvertibile e lascia che il "gioco" all'occhio e al palato si condotto da altre componenti vegetali.
22/08 Calo della consistenza delle popolazioni

Ad agosto si assiste naturalmente ad un calo della consistenza della popolazione di api presente negli alveari. E' sempre un mese critico: c'è poco raccolto, sono stati tolti i melari e lo spazio si è ridotto e quindi molte api rimangono oziose appese in "barbe" all'esterno per non surriscaldare il nido. Sono "barbe" che a mano a mano si sfoltiscono e diradano appunto per la progressiva morte di molte api senza che la famiglia provveda ad un loro rimpiazzo. Quest'anno il calo di consistenza della popolazione sembra però più vistoso, soprattutto in alcuni alveari che ormai risultano indeboliti in modo sensibile. Un osservazione e un dato che merita approfondimento. Ad un rapido controllo non sembra correlato alla presenza di Varroa. Anche gli amici dell'Associazione di Como hanno osservato un analogo fenomeno. Marco Bianchi ha segnalato in particolare che questo risulta più marcato negli apiari siti in area collinare rispetto a quelli in montagna.
20/08 Variazioni di peso dell'alveare campione nel mese di AGOSTO 2016

Rilevazioni di Marco Moretti

01 agosto Kg 29,10 -0,50
03 agosto Kg 28,80 -0,30
05 agosto Kg 30,00 +1,20 candito proteico
07 agosto Kg 29,60 -0,40
09 agosto Kg 29,50 -0,10
11 agosto Kg 29,50 -0,00
13 agosto Kg 29,10 -0,40
16 agosto Kg 29,40 +0,30
19 agosto Kg 30,30 +0,90 candito proteico
28 agosto Kg 28,60 -1,70
19/08 Impressioni a caldo del Responsabile del laboratorio di smielatura

Nel laboratorio di smielatura della nostra cooperativa transitano ogni anno decine e decine di lotti di miele prodotti nella nostra provincia e a quote differenti ed è quindi un osservatorio privilegiato per una valutazione della produzione. Chiediamo al dott. Cristian Moretti, che è il responsabile della Cooperativa e del Laboratorio, le sue impressioni. "Quest'anno il lavoro del laboratorio è stato più intenso per una maggior richiesta ma si è lavorato più spediti perché il problema di miele cristallizzato nei favi è risultato molto più limitato rispetto allo scorso anno. Solo nella zona di Albosaggia, Sondrio e Tresivio alcune partite presentavano favi con manna. La manna viene raccolta dalle api sui Frassini. In particolare è il Fraxinus ornus che ne produce con abbondanza ed è costituita da linfa che fuoriesce da lesioni nella corteccia e si rapprende all'aria. Limitata anche la presenza della melata di Larice nei favi lavorati quest'anno, Le poche zone interessate erano site nella zona della media montagna. Questa raccolta sul Larice è avvenuta immediatamente prima della fioritura del Tiglio e del Castagno. Complessivamente i miele di quest'anno sono più scuri, caratterizzati più o meno marcatamente dal Castagno e con un'umidità media piuttosto alta, intorno al 18%"
17/08 Modifica orario di apertura al pubblico

Vi informiamo che dal 17/08/2016 al 28/08/2016
gli orari di apertura al pubblico della Cooperativa saranno i seguenti:

da MARTEDì a VENERDì
dalle 14 alle 16

LUNEDì, SABATO E DOMENICA
CHIUSO

Per ritirare i melari fuori orario chiamare il 344/3806584
Grazie!
15/08 Nutrizioni di sostegno

Da alcuni anni l'agosto si presenta come un mese difficile e chi ha realizzato nuclei tardivi deve provvedere al loro sostentamento con delle nutrizioni. Se non sono pressoché presenti scorte è bene ricorrere allo sciroppo che ha anche un'azione di stimolo. Nel caso in cui si ha la necessità solo di sostenere la famiglia ed il nucleo per evitare che riducano troppo le corone di miele è più opportuno ricorrere al candito. Le ricerche del dott. Pierantonio Belletti e del dott. Giorgio Della Vedova hanno evidenziato che nutrizioni hanno inoltre anche un effetto sinergico nei trattamenti contro la Varroa che divengono del 20% più efficaci.
12/08 Produzione 2016

Non abbiamo il quadro perfettamente definito però, in sintesi, possiamo dire che dopo un buon inizio della raccolta coincidente con la fioritura del ciliegio e del tarassaco è seguito un periodo di instabilità meteorologica che ha rovinato le successive raccolte, ed in particolare quella sulla fioritura dell'acacia. Una produzione che sembra sia risultata scarsa in tutta Italia. Quando ormai avevamo perso le speranze e quel poco che si era conseguito svanito in una sciamatura incontrollata c'è stata l'agognata inversione di tendenza. Sfruttando un periodo di tempo stabile e quanto offerto da alcune piante, ed in particolare dal Castagno, i melari hanno incominciato a riempirsi di miele. Una produzione che si è concentrata fra il 20 di giugno e il10-11 di luglio, nella zona della media Valtellina. Una raccolta così concentrata che non ha permesso alle api neppure di asciugare in modo adeguato il miele. Anche se alla smielatura le celle opercolate sono state in proporzione analoghe a quelle degli altri anni il risultato, sotto questo profilo, è stato deludente e la necessità di deumidificare del prodotto è divenuto un problema collettivo a cui pochi sono sfuggiti.
04/08 Trattamenti antivarroa

A chi non ha fatto il blocco di covata e intende utilizzare "la via chimica", ovvero "strisce" in abbinamento ad Apilife var , si ricorda che è bene iniziare i trattamenti entro questa settimana. I timoli, infatti, fra le diverse azioni hanno anche quella di deprimere la covata, la regina cioè depone il più possibile lontano dalle tavolette di timolo o addirittura non depone affatto. Questa sorta di parziale blocco di covata aumenta la percentuale della Varroa in fase foretica e rendendo quindi maggiore il numero degli individui possibili bersaglio delle molecole di principio attivo rilasciate dalle strisce.
Agosto, nella nostra zona è anche un mese di scarsa importazione e le famiglie quindi sono già tendenzialmente portate alla diminuzione delle covate, l'uso dei timoli esalta questo aspetto. Non bisogna perciò aspettare troppo ad iniziate questo intervento contro la Varroa perché nel mese di settembre le famiglie devono essere invece stimolate alla produzione di covata per poter invernare famiglie forti e popolose.
03/08 Promemoria orari apertura Coop

Gentili associati, vi ricordiamo che la Cooperativa è
APERTA:
-da martedì a venerdì dalle 14 alle 18.
-Il sabato dalle 9 alle 12.

Il MATTINO siamo SEMPRE CHIUSI.

Il rispetto di questi orari da parte vostra ci permette di offrivi un servizio migliore.
Grazie e buona apicoltura.
31/07 Variazioni di peso dell'alveare campione nel mese di LUGLIO 2016

Rilevazioni di Marco Moretti

01 luglio Kg 67,60 +3,10
02 luglio Kg 69,30 +1,70
03 luglio Kg 71,10 +1,80
04 luglio Kg 74,00 +2,90
05 luglio Kg 76,30 +2,30
06 luglio Kg 76,90 +0,60
07 luglio Kg 78,20 +1,30
08 luglio Kg 75,70 -2,50 Ingabbiamento, prelevati due favi di covata
09 luglio Kg 77,30 +1,60
10 luglio Kg 78,90 +1,60
11 luglio Kg 79,80 +0,90
12 luglio Kg 79,30 -0,50
14 luglio Kg 77,40 -1,90
15 luglio Kg 76,90 -0,50
16 luglio Kg 76,90 -0,00
17 luglio Kg 77,90 +1,00
18 luglio Kg 79,40 +1,50
19 luglio Kg 32,50 -46,90 prelevati due melari
20 luglio Kg 32,60 +0,10
21 luglio Kg 32,60 +0,00
23 luglio Kg 31,60 -1,00
25 luglio Kg 31,30 -0,30
26 luglio Kg 30,70 -0,60
28 luglio Kg 30,20 -0,50
30 luglio Kg 29,60 -0,60 Apibioxal
28/07 36° edizione del Concorso Tre Gocce d'Oro - Grandi Mieli d'Italia - Premio Giulio Piana

E' giunta copia, e pubblichiamo, il regolamento della 36° edizione del Concorso Tre Gocce d'Oro - Grandi Mieli d'Italia - Premio Giulio Piana. Si segnala in particolare che i campioni che si intendono trasmettere per partecipare al concorso devono giungere agli organizzatori entro il 27-08-2016. Le premiazioni sono previste per il 17 e il 18 settembre a Castel San Pietro Terme.
Nella sezione i Progetti e quindi Informazione si può leggere o scaricare il Programma e il regolamento del concorso.
27/07 Viaggio Professionale in Slovenia

Abbiamo ricevuto dallo Studio Luigi Stefanini di Piacenza una proposta di un tour per apicoltori in Slovenia dal 18 al 21 settembre 2016. Il programma del viaggio - con partenza da Piacenza - è molto articolato e prevede sia momenti prettamente apistici che altri più culturali e turistici. Il programma e i costi proposti da questa agenzia turistica può essere letto o scaricato nella sezione "I progetti" e quindi "Informazione"
22/07 Servizio televisivo

Radio TSN - Telesondrionews ha effettuato un servizio giornalistico sulla nostra associazione e sulla situazione della produzione 2016 con interviste a Silvia De Palo, Cristian Moretti e Giampaolo Palmieri. Il video è disponibile al seguente link
https://www.facebook.com/radiotsn/?fref=ts
20/07 Segnalate le vostre osservazioni circa la Varroa

Ricordiamo che sono molto importanti le vostre segnalazioni circa il grado di infestazione da Varroa che osservate nel vostro apiario. Sono dati che ci permettono di monitorare meglio il territorio e fornire indicazioni più puntuali !!!
16/07 Api aggressive

Si dice che le api siano più aggressive quando fiorisce il castagno. Probabilmente questa fioritura, di per se, centra poco però è, in genere, l'ultimo raccolto della stagione produttiva. Le fonti nettarifere sono ormai molto ridotte, le api inoltre sono costrette a sobbarcarsi l'ingente lavoro di mantenere costante la temperatura dell'alveare raccogliendo molta acqua e facendola evaporare per raffreddare il nido. Un lavoro che diventa più complesso ed impegnativo quando l'umidità dell'aria è alta e quindi l'evaporazione è molto più ridotta. Le brusche variazioni climatiche probabilmente non semplifica ma tende a complicare ancor di più la situazione e quindi a rendere ancor più aggressive le api. Un'aggressività che in alcuni casi è stata segnalata come particolarmente anomala e con la chiusura delle raccolte è destinata ad aumentare
14/07 Blocco di covata: alcuni consigli pratici

Nella sezione "I Progetti" e quindi "Temi" abbiamo pubblicato alcuni consigli pratici sul blocco di covata, un metodo ormai molto diffuso per il trattamento estivo contro la Varroa destructor
09/07 Andamento delle fioriture

Castagno: ormai terminata sul fondovalle l'ottima fioritura di quest'anno, determinata soprattutto da condizioni metereologiche favorevoli e da un'evidente diminuzione del cinipide, si sta ora concentrando nella fascia tra 500 e 800 m, colorando d'oro i boschi. I nostri associati segnalano una discreta importazione che varia da zona a zona, ma in generale la produzione prosegue senza problemi, con apicoltori sollevati e finalmente sorridenti rispetto al periodo dell'acacia. Nella bassa Valtellina, però, si segnalano zone con scarsa produzione, determinate probabilmente dalla fioritura anticipita del castagno rispetto al resto della valle.

Tiglio: terminato anch'esso sul fondovalle, si sta concentrando nelle fasce più alte e soprattutto nelle valli laterali. Da Mossini a Chiesa in Valmalenco, per esempio, si notano numerose piante cariche di fiori e molto visitate dalle api.

Rovo: ormai fiorito in tutte le zone della valle, dà sempre un ottimo apporto di nettare alle nostre api.

Rododendro: fioritura iniziata ma non omogenea. Alcuni soci segnalano ottime fioriture in Val Grosina ed in alcune zone della Val Viola. In Val Malenco si evidenzia una discreta fioritura nella zona di Campagneda, Campo Moro e Chiareggio, mentre è quasi nulla nei pascoli attorno al lago Palù. Le piante sono prive di boccioli e sembrano "bruciate" come nel 2015. Tale situazione è stata evidenziata anche in altri alpeggi della valle, segno di un altro anno non eccezionale per il nostro miele più pregiato. Si segnalno inoltre numerose sciamature in alta quota come Livigno e Val Rosera in Valmalenco, molto simili all'intensa sciamatura di maggio e giugno sul fondovalle.
30/06 Variazioni di peso dell'alveare campione nel mese di GIUGNO 2016

Rilevazioni di Marco Moretti

01 giugno Kg 55,50 -0,50
02 giugno Kg 53,90 -1,60 prelevato un favo di covata
03 giugno Kg 53,70 -0,20
05 giugno Kg 52,80 -0,90
06 giugno Kg 52,50 -0,30
07 giugno Kg 38,20 -14,30 prelevato un melario di acacia
08 giugno Kg 38,50 +0,30
09 giugno Kg 38,70 +0,20
10 giugno Kg 37,70 -1,00
12 giugno Kg 37,20 -0,50
13 giugno Kg 37,70 +0,50
15 giugno Kg 37,30 -0,40
17 giugno Kg 37,30 -0,00
18 giugno Kg 37,00 -0,30
19 giugno Kg 36,60 -0,40
20 giugno Kg 37,20 +0,60
21 giugno Kg 40,10 +2,90
22 giugno Kg 42,70 +2,60
23 giugno Kg 45,50 +2,80
24 giugno Kg 54,70 +9,20 aggiunto un melario. Incremento giornaliero Kg +3.1
25 giugno Kg 54,90 +0,20
26 giugno Kg 55,30 +0,40
27 giugno Kg 56,00 +0,70
28 giugno Kg 58,10 +2,10
29 giugno Kg 62,30 +4,20
30 giugno Kg 64,50 +2,20
 
nereal.com . 05|16